| EN | DE |
    
| EN | DE |

Il Museo all'aperto del Lagazuoi

Il monte Lagazuoi è un vero e proprio "castello di roccia", con guglie, torrioni e basi militari nascosti nelle sue viscere.
Nel corso della Grande Guerra gli eserciti italiano e austro - ungarico scavarono al suo interno ricoveri per uomini e armi, trasformandolo in un' impenetrabile fortezza del XX secolo.
Oggi si possono visitare le gallerie, trincee e postazioni di mitragliatrici restaurate del Museo all'Aperto della Grande Guerra e conoscere i retroscena di una guerra drammatica combattuta ad alta quota, unica nella storia dell’uomo.

Tutta l'area museale è attraversata da sentieri percorribili a piedi. Quasi tutte le gallerie e le trincee sono state ripulite e ripristinate grazie al lavoro di numerosi volontari. I tratti in pendenza nelle gallerie sono stati resi più agibili restaurando i gradini.

Sono possibili diversi percorsi di visita, alcuni più lunghi e impegnativi, altri più brevi e facili.

La cima del Lagazuoi, cuore del Museo all'Aperto,
si può raggiungere in quattro modi:

 


Giacomo Pompanin

 

  • lungo il Sentiero del Fronte, un ampio e ben marcato sentiero che percorre la linea del fronte sul Lagazuoi durante la Grande Guerra. Non presenta situazioni di pericolo e può essere percorso da tutti

 

  • attraverso la Galleria di Mina, scavata dai soldati italiani nella roccia dalla Cengia Martini fino alla sommità dell’Anticima del Piccolo Lagazuoi come galleria di mina e fu fatta esplodere il 20 giugno 1917. La galleria, il più ardito sistema di gallerie realizzato nella Grande Guerra, è lunga quasi un chilometro ed è stata completamente recuperata

Giacomo Pompanin

Stefano Zardini

 

  • percorrendo il Sentiero dei Kaiserjäger, un sentiero impegnativo, a tratti esposto ma attrezzato con corde fisse. Durante la Grande Guerra questo sentiero era la via di comunicazione tra il fondovalle e le postazioni in quota sul Lagazuoi, attraverso il quale avveniva il trasporto di viveri, munizioni e materiale. Oggi il sentiero è stato risistemato e può essere percorso nella sua totalità.

Scopri tutti i percorsi del Museo all'Aperto della Grande Guerra:

Salire e scendere a piedi >>>

Le ferrate >>>

Le falesie >>>

La visita del museo all'aperto è gratuita!

I visitatori si dovranno munire dell'attrezzatura necessaria ad un'escursione su sentieri di montagna, come scarpe e abiti adeguati.
Per la visita alle gallerie del Lagazuoi si raccomandano cordino di sicurezza, caschetto e torcia elettrica.
Infopoint e noleggio dell'attrezzatura per visitare il Museo della Grande Guerra >>>

Contatti per visite guidate:

con le guide alpine
- Guide Alpine Cortina - 0436 868505
- Guide Alpine Badia - 0471 847037
- Guide Alpine Arabba - 333 2261421

con un rievocatore storico  >>> in divisa dei Tiroler Kaiserjäger III Reggimento perfettamente equipaggiato

Il passo è attrezzato con un ampio parcheggio e un wc pubblico.

Orario: 09.00 - 17.00

Dislivello: 650 m

Stagione: il periodo migliore per visitare i musei della Grande Guerra va da maggio a ottobre. Nel periodo invernale è possibile visitare le postazioni e i luoghi del conflitto mondiale, percorrendo il Giro della Grande Guerra >>>.


Photo by Guido Pompanin

Anche quest'estate un rievocatore storico in divisa dei Tiroler Kaiserjäger III Reggimento perfettamente equipaggiato illustrerà i fatti della Grande Guerra sul monte Lagazuoi, teatro degli scontri degli eserciti italiano e austro - ungarico.

La visita guidata al museo all’aperto ha il fine di dare una dimensione tangibile alla storia e ai suoi protagonisti, onor
leggi tutto >>>