| EN | DE |
         
| EN | DE |

© StefanoZardini

La funivia del Lagazuoi

La funivia del Lagazuoi fu costruita tra il 1963 e il 1964 e fu aperta al pubblico nel febbraio 1964 con progetto a firma dell'ing. Ugo Illing. Inizialmente aveva una cabina da 25 persone e le stazioni erano costruite con struttura di legno. 

La funivia è stata ricostruita tra il 1986 e il 1987 con cabine da 50 persone e ampliamento delle stazioni con strutture in acciaio. 
Il nuovo progetto, sempre realizzato dall'ing. Ugo Illing, aveva molte innovazioni tra le quali l'eliminazione della struttura di collegamento del carrello con la cabina sostituita da 4 funi. La funivia del Lagazuoi ha quindi le cabine appese come il cesto di una mongolfiera. In questo modo è stato eliminato uno dei principali problemi di questi impianti dovuto ai fenomeni di fatica causati dalle torsioni cui sono soggette queste strutture.
Un'altra innovazione a favore della sicurezza sono le porte a movimento verticale, si aprono verso l'alto e quando le cabine sono in viaggio non è possibile aprirle accidentalmente dall'interno.

Da allora questa funivia va e vieni con cabine da 50 persone collega il Passo Falzarego (2105 m) raggiungendo la quota di 2732 m, appena sotto la vetta del Lagazuoi (2778 m) e supera i 630 m di dislivello in meno di 3 minuti con una lunghezza inclinata (campata) di 1150 metri. 
È una linea funiviaria senza sostegni, con cabine appese al carrello con funi e con porte ad apertura verticale. 
Le cabine viaggiano a 12 m/s (43,2 km/h) su funi portanti ancorate a monte e a valle, con diametro 56 mm, trainate dalla fune traente con diametro 26 mm. 
Il motore principale ha una potenza di 320 KW (435 CV), la corsa richiede 2' 50".  

Questa è l'unica funivia italiana nell'articolo del Touring Club sulle più belle funivie d'Europa  >>>

A questo link sono pubblicati i prezzi e le aperture della funivia del Lagazuoi  >>>

A questa pagina si può conoscere la storia del turismo al Lagazuoi  >>>