| EN | DE |
         
| EN | DE |

© StefanoZardini

Passo Falzarego – Armentarola

Fabio Bernardi
Gruppo Guide Alpine di Cortina d'Ampezzo
info@guidecortina.com - https://www.guidecortina.com/
      

Un percorso che può soddisfare molti interessi, come la storia della Grande Guerra, la botanica, la geologia, in un ambiente naturale, selvaggio, appagante, rilassante.
 Vi ricordo che la lunghezza è di quasi 13 km, con un dislivello in discesa di 1380 m, in salita di 380 m per un tempo stimato di 6 ore e 30.
Consigli:
- questo percorso, sebbene in discesa, è consigliato a camminatori ben allenati. Si percorrono quasi13 km e ad ogni passo i muscoli delle gambe sono gravati dal nostro peso. Il sentiero non è banale, richiede una buona abilità nel camminare in montagna:
- è importante informarsi sulle condizioni meteo del giorno perché si sale fino a 2746 m.
Buon cammino.

 

Dal rifugio Lagazuoi si scende alla Forcella Lagazuoi lungo un sentiero del Museo all'aperto della Grande Guerra. Giunti alla Forcella si prosegue sul sentiero CAI 20.
A metà strada si passa il confine tra Cortina e San Cassiano, si lascia il Parco Naturale delle Dolomiti d'Ampezzo e si entra nel Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, nel quale si camminerà per il resto della giornata. Continuando lungo la Val de Lagaciò si giunge all'omonimo lago ai piedi dell’imponente Cima Scotoni.
Si riparte imboccando sulla destra il sentiero CAI 20B con destinazione Forca del Lago, un sentiero che sale con una stretta serpentina il canale che separa la Cima Scotoni dal Piz dl Lech. A metà salita uno sperone che sovrasta il lago permette una veduta meravigliosa. Raggiunta la Forca dl Lech, si apre la magnifica valle glaciale de Gran Plann, sovrastata dal Piz dle Conturines e dal Pize de Ciampestrin. Proseguendo, si possono ammirare l'imponente Gruppo del Sella e la Marmolada.
Fino a qui il sentiero si è sviluppato in un tranquillo saliscendi con l'attraversamento di due piccoli corsi d'acqua. Ora prosegue scendendo a gradoni tra le rocce impreziosite da fiori di montagna. 

SCHEDA

Punto di partenza
Passo Falzarego / Rifugio Lagazuoi

Punto di arrivo
Armentarola Hotel Sarè

Tempo di percorrenza
6,30 h

Segnavia
CAI 401, 20, 20B, 11, Troi de Meditazium

Dislivello totale
↑ 360 m, ↓ 1380 m

Quota di partenza
2100 m / 2746 m

Quota di arrivo
1660 m

Quota minima
1660 m

Quota massima
2746 m

Accesso
Dal Passo Falzarego, quota 2100 m, si sale al Lagazuoi con l'omonima funivia per partire da qui, dopo un caffè con vista panoramica incomparabile dal terrazzo del rifugio Lagazuoi a quota 2746 m, sul sentiero CAI n. 401. 

Avvicinamento
Dal rifugio Lagazuoi si scende alla Forcella Lagazuoi seguendo il sentiero CAI 401. Giunti alla Forcella, si lascia il sentiero CAI 401 e si prosegue sul sentiero CAI 20 e 20B con destinazione Forca del Lago.

Discesa
Dalla Forcella de Lech il sentiero prosegue in discesa fino nell'ampia Valle de Gran Plann. Poi si imbocca sulla sinistra il sentiero CAI 11 che porta ad Armentarola, passando per Col de Locia. Dopo 3,4 km si arriva a Capanna Alpina. In falsopiano, seguendo il sentiero Tru de Meditazium, si raggiunge l'Hotel Sarè. Ritorno al Passo Falzarego in auto o taxibus.

Attrezzatura
Scarpe da trekking, zaino, acqua, snack, pranzo al sacco, cambio di vestiti, giacca da pioggia