| EN | DE |
         
| EN | DE |

© StefanoZardini

Note storiche Note storiche sulle Gallerie dell'Anticima del Lagazuoi

Il Piccolo Lagazuoi fa parte della Catena del Fánis a ridosso della quale si apre la selvaggia e contesa Val Travenànzes: una delle porte che l'esercito italiano doveva sfondare per poter avanzare verso il Tirolo.
Nei ventinove lunghi mesi fra il maggio 1915 e l’ottobre 1917 il Piccolo Lagazuoi rappresentava un importantissimo baluardo che sbarrava il Passo Falzarego ed il sottostante Passo di Valparola e fu fortemente conteso dagli eserciti opposti che martoriarono la montagna con caverne difensive, gallerie di mina e postazioni per l'artiglieria.
Fra le varie opere belliche realizzate, c'è la tortuosa Galleria del Piccolo Lagazuoi, un'opera che sfocia nello straordinario villaggio aggrappato alla roccia della famosa Cengia Martini.
Ai piedi della montagna, poi, vi si contrappone la sottostante postazione Vonbank con le sue sei potenti linee di reticolati.

La galleria, come d'altronde tutto il museo all'aperto, è oggi percorribile grazie ai lavori di ripristino da parte degli Alpini e dai soldati austriaci e tedeschi in una sorte di comunione nel voler mantenere vivo il ricordo di questa atroce guerra.