Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards: i vincitori della terza edizione

05/04/2022

La realtà aumentata che racconta le Dolomiti, l’alta formazione per diventare malgari, le tute da sci fatte con gli scarti delle mele, i drink solidi da portare nello zaino, i birrai antagonisti, il mini triturarifiuti di nuova concezione, la comunicazione territoriale dal basso, i nuovi boscaioli digitali: sono i tanti spunti e progetti premiati dalla terza edizione del concorso curato da Lagazuoi EXPO Dolomiti, il polo espositivo a 2.732 metri tra Cortina e l’Alta Badia.

Riflettori puntanti su start-up, aziende e comunità capaci di valorizzare la montagna come luogo naturalmente votato all’innovazione, in un’ottica sostenibile sotto il profilo tanto sociale quanto ambientale.
La mostra con i progetti vincitori sarà visitabile a partire da giugno 2022 fino a marzo 2023.
 

Cortina d’Ampezzo, 05 aprile 2022_ Sono i vincitori della terza edizione dei Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards, progetto curatoriale di Lagazuoi EXPO Dolomiti: chi lotta contro lo spopolamento delle Alpi puntando sulle nuove generazioni di pastori e di piccoli proprietari di boschi, chi investe in nuove filiere che riciclano gli scarti alimentari, chi studia nuovi modi per avvicinare le persone alle terre alte reinventando il concetto di turismo sostenibile.

È una rivoluzione inarrestabile e ad alto tasso tecnologico quella promossa dal concorso che porta nel polo espositivo ospitato nella stazione di arrivo della funivia Lagazuoi – a quota 2.732 metri – aziende, startup e comunità che si confrontano con le sfide poste dalla montagna.

L’esposizione sarà visitabile con l’inizio della stagione estiva, dal 4 giugno, e lo resterà fino a marzo 2023. A partire da questa edizione, infatti, alla mostra conclusiva sarà assegnato uno spazio permanente all’interno di Lagazuoi EXPO Dolomiti, con allestimenti rinnovati di anno in anno.

Ad individuare i vincitori sono state quattro giurie, una per categoria, composte da esperti scelti tra giornalisti, imprenditori, rappresentanti di istituzioni e da almeno un docente universitario, tutti legati al mondo della montagna.


Categoria Attrezzatura e Abbigliamento di montagna

Vincitore:

  • Speedmachine by Nordica.
    Il nuovo scarpone del celebre brand italiano utilizza la tecnologia 3Force, con tre componendi di diversa densità, non solo il rivestimento e il guscio, ma anche per la scarpetta interna. Nasce così un prodotto che si adatta quotidianamente alla tecnica, all’uso e alle condizioni della neve.

Menzione speciale (start-up):

  • Apple Skin by One More.
    One More, marchio altoatesino di sportwear sostenibile, è la prima azienda italiana a sperimentare le potenzialità di AppleSkin per la sua linea di abbigliamento: è la similpelle più naturale esistente sul mercato, realizzata con gli scarti di lavorazione delle mele dell’Alto Adige.

Comitato di selezione: Marco di Marco (direttore di SciareMag), Pietro Fedon (vicepresidente Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto), Andrea Parisotto (presidente Fondazione Museo dello Scarpone).
Giuria: Andrea Bianchi (editore e fondatore di Mountain Blog), Maria Lorraine Berton (presidente di Confindustria Belluno Dolomiti) e Antonello Marega (architetto e docente IUAV nel corso di Design di prodotto e strategia d’impresa).
Attrezzatura e Abbigliamento di montagna - i premiati


Categoria Turismo sostenibile di montagna

Vincitori ex aequo:

  • L’Altra montagna - Le Dolomiti del silenzio by Isoipse Impresa sociale
    L’Altra Montagna è un progetto incentrato sulle Dolomiti Friulane, un gioiello meno turistico: è un percorso partecipativo che coinvolge le comunità locali e stimola la loro riflessione sul patrimonio del proprio paese e della propria valle, per sfruttare le potenzialità del territorio in un’ottica di turismo sostenibile.
  • Progetto Antagonisti by Antagonisti GipsyBrewers
    Antagonisti di Melle è un gruppo di giovani che stanno rivitalizzando un borgo di 200 persone nel cuneese, Melle, portando lavoro e lottando contro lo spopolamento. All’attivo, un brew pub con officina per la produzione della birra (Officina Antagonisti), un ostello (Ostello Antagonisti), una cucina sostenibile alimentata da un orto e una gelateria (Fioca)

Menzione speciale (start-up):

  • Ecotrix by Frieco Società Benefit s.r.l.
    Ecotrix è un nuovo elettrodomestico intelligente per ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti e per favorirne il riciclo in ottica di Economia Circolare. Ciò è possibile grazie all’innovativo sistema brevettato di triturazione integrato (riduzione volume del 95%) ed alla possibilità di poter differenziare in modo automatico o semi-automatico i rifiuti inseriti al suo interno.

Comitato di selezione: Mario Tonina (presidente Fondazione Dolomiti Unesco), Paola Manfredi, (giornalista di Vanity Fair), Susanna Sieff, (Sustainability Manager Advisor).
Giuria: Andrea Macchiavelli (docente all’Università di Bergamo in Marketing ed Economia e gestione imprese turistiche), Vanda Bonardo (presidente Italia di CiPRA – Commissione Internazionale per la protezione delle Alpi), Giovanni Moro (caporedattore di Dove).
Turismo sostenibile di montagna - i premiati


Categoria Innovazione Digitale e App di montagna

Vincitore

  • LagazYou, fai tua la montagna! by BBS s.r.l.
    Una App interattiva con realtà aumentata, che unisce Storytelling e Gamification per raccontare il territorio di Lagazuoi nei suoi aspetti climatici, storici e culturali. Un’esperienza narrativa che mette al centro la montagna e svela ai visitatori i suoi segreti inesplorati.

Menzione speciale (start-up):

  • Forest Sharing by BlueBiloba
    È la prima piattaforma che permette ai proprietari di piccole particelle di bosco di fare comunità offrendo la consulenza personalizzata di un team specialistico. I proprietari possono imparare a gestire e valorizzare i propri boschi scegliendo tra il taglio sostenibile del legname, la valorizzazione turistica, il mantenimento.

Comitato di selezione: Gabriele Ferrieri (presidente ANGI, Associazione Nazionale Giovani Innovatori), Cristina Angelillo (presidente InnovUp), Bruno Ruffilli (Innovation Editor de La Stampa).
Giuria: Alessia Cruciani (giornalista di Corriere Innovazione), Jacopo Pertile (fondatore di AzzurroDigitale e licensee di TEDxCortina), Claudio Lucchese (coordinatore del corso di Hospilality Innovation and E-Tourism della Ca’ Foscari di Venezia).
Innovazione digitale e App - i premiati


Categoria Produzioni Enogastronomiche di montagna

Vincitore:

  • Alte Imprese by Alte Imprese
    La masterclass Alte Imprese, la scuola internazionale dei formaggi della montagna, sta formando la prossima generazione di malgari, casari e pastori. Sono i custodi della montagna, impegnati ad arginare l’espansione dei boschi, favorire le razze animali locali e sostenere la biodiversità e la conservazione del panorama.

Menzione speciale (start-up):

  • Drype by Drype
    Una start-up di giovani ingegneri, designer e chimici ha creato Drype: un drink solido, solubile e alcolico ottenuto polverizzando le bevande che compongono i cocktail più famosi. In pochi secondi si scioglie in acqua, ed è perfetto per essere portato come bagaglio leggerissimo, magari in montagna dove non lascia rifiuti, nel pieno rispetto dell’ambiente. Ready-to-drink, è realizzato con botaniche naturali.

Comitato di selezione: Anna Maria Pellegrino (presidente Associazione italiana di Food Blogger, curatrice del blog Lacucinaqb), Simona Rossotti (MEG, Mercato Enogastronomico), Claudio Sacco (autore del blog Viaggiatore Gourmet).
Giuria: Cristina Mora (docente Università di Parma, presidente del corso di Corso di studio in Scienze Gastronomiche), Massimiliano Tonelli (direttore editoriale di Artribune, giornalista esperto di food), Giorgio Colli (vicepresidente Associazione stampa agroalimentare).
Produzioni enogastronomiche di montagna - i premiati

 

Sviluppo e coordinamento di progetti speciali Lagazuoi Expo Dolomiti e Ufficio Stampa DOC-COM