Lagazuoi Cairn Festival

 
 

Creazione di ometti
Un festival che stimola la creatività degli amanti della montagna.

La funzione più comune dei cairn è quella di punto di riferimento nello spazio, specialmente in montagna dove queste costruzioni sono generalmente chiamate ometti; sono costruiti per segnalare la retta via in zone non segnalate, dove sarebbe possibile perdere l’orientamento. Il Lagazuoi Cairn Festival è un’occasione per fare ometti in un paesaggio fantastico. L’evento si svolge lungo il percorso tra il Rifugio Lagazuoi e la vetta del monte Lagazuoi.

E' possibile partecipare da soli o in coppia, ogni concorrente o coppia potrà lavorare in un’area delimitata, e solo essi potranno rimanere e lavorare all’interno di questa area. I concorrenti potranno utilizzare solo i sassi liberi raccolti nei dintorni della propria postazione e senza entrare in conflitto con le postazioni vicine, con un vincolo alla dimensione massima dei sassi utilizzati che non potranno essere maggiori di 15 cm di lato. E’ assolutamente vietato scavare sassi, o in ogni caso lasciare altri segni del proprio passaggio oltre alla semplice opera del cairn.

 
 

Photo by Stefano Zardini

Le opere saranno valutate sulla base delle seguenti caratteristiche:

  • Equilibrio della forma
  • Agilità della creazione
  • Leggerezza della struttura
  • Armonia degli elementi costitutivi
  • Stabilità dell’opera

La proporzione dell’opera avrà particolare importanza e quindi viene posto un limite inderogabile al rapporto tra altezza e perimetro di base del cairn, l’altezza quindi dovrà essere maggiore del perimetro della base. 

 
 

La giuria sarà composta da persone che hanno particolare legame con la montagna, con la vita in montagna e con la sua storia: vi sarà un rappresentante delle Guide Alpine di Cortina, uno delle Guide Alpine di Badia, uno dell’Associazione Nazionale Alpini, uno del CAI sezione di Cortina, uno scultore e altre persone con l’esperienza necessaria per cogliere le più recondite sfumature delle creazioni. Il voto della giuria sarà espresso il giorno della chiusura del contest e reso subito noto.
Oltre al giudizio della giuria vi sarà il giudizio del pubblico sia dei visitatori sul luogo sia dei social media in rete, che potranno votare l’opera da loro considerata più significativa e scegliere l'ometto dell’anno con l’iscrizione degli autori nell’albo d’oro dei creatori di ometti online oppure sulla pagina Facebook dell'Area Lagazuoi 5 Torri Giau.
Durante il Lagazuoi Cairn Festival rappresentanti dell’ANA garantiranno la sorveglianza delle opere. Poi le opere saranno lasciate alla inclemenza del tempo e dell’uomo per essere distrutte dopo la raccolta del voto della giuria popolare.

Partecipano all’evento le Guide Alpine di Cortina e dell’Alta Badia, Associazione Nazionale Alpini sezione di Treviso e Gruppo di Cortina, Dolometto, con il patrocinio del CAI sezione di Cortina e del Parco delle Dolomiti d’Ampezzo.


Cliccare qui per iscriversi all'edizione 2018