I vincitori del Lagazuoi Cairn Festival 2017

 
 
 
 

Connubio perfetto tra leggerezza e stabilità dell’opera  vincono la prima edizione del “Festival degli Ometti”, da sempre omaggi a Madre Natura e traccia del passaggio dell’uomo. Di fronte alla bellezza delle Dolomiti, lungo il percorso tra il rifugio Lagazuoi e la vetta del monte Lagazuoi, dal 14 al 16 luglio diversi partecipanti si sono cimentati nella costruzioni di ometti, “cairn” in lingua celtica, utilizzando esclusivamente i sassi raccolti nell’area della competizione.
Singoli o a coppie i concorrenti hanno così potuto esprimere il loro equilibrio emotivo, spirituale e gravitazionale in postazioni delimitate e assegnate per estrazione. Domenica 16 luglio nel corso di una splendida giornata di sole è stata chiamata a giudicare una Giuria eccezionale, composta da esperti di montagna, arte e di turismo:

 
 
  • Prof. Mauro Menardi rappresentante del Parco Naturale e delle Regole d’Ampezzo nonché professore al liceo artistico di Cortina
  • La Guida Alpina Paolo Tassi rappresentante delle Guide alpine di Cortina
  • La Guida Alpina Enrico Baccanti rappresentante delle Guide alpine della Badia
  • Sergio Furlanetto rappresentante ANA Treviso, coordinatore degli Alpini impegnati nel restauro delle postazioni della Grande Guerra sul Lagazuoi
  • Paola Valle vicepresidente del CAI  Sezione di Cortina
  • Matteo De Sandre, scultore e creatore dei Dolometto, gli ometti di cirmolo.
 
 

L’opera della signora Helen Bertozzi nata a Cortina e residente ora in Connecticut, è risultata vincitrice (Foto grande in alto e prima foto piccola a sinistra).  La Giuria ha ritenuto la sua opera la migliore espressione tra equilibrio e armonia della forma, agilità della creazione, leggerezza della struttura e stabilità dell’opera. Seconda classificata Laura Bobbio di Cortina (seconda foto piccola a sinistra) e terzi classificati Davide Bressan di Martellago e Giacomo Alessandri di Milano (terza foto piccola a destra).

Il voto della giuria sarà affiancato dalla votazione del pubblico, sia da parte dei visitatori della vetta del Lagazuoi sia online al link bestcairn.lagazuoi.it  e da parte dei social media. La valutazione del pubblico permetterà di eleggere l'ometto dell’anno e l’iscrizione degli autori nell’albo d’oro dei creatori di ometti.